mercoledì 3 giugno 2009

DECOLLO IN VERTICALE DELLA NUOVA BANCA

Da: SVIZZERA Connection

DECOLLO IN VERTICALE DELLA NUOVA BANCA

Nel 1988 Safra fondò la Republic National Bank of New York (Suisse), il cui nome fu poi abbreviato in RNB (Suisse). A far parte del consiglio di amministrazione chiamò oltre ai suoi avvocati svizzeri Jean-Pierre Jacquemoud e Charles-André Junod anche il fedele Jacques Tawil, con il quale nel 1948 era venuto da Beirut in Italia, e Guido Hanselmann, vecchio direttore generale della Schweizerische Bankgesellschaft. Presidente della direzione generale divenne Sem Almaleh, sefardita di Beirut, già ai vertici della TDB. Lo affiancava Joseph Benhamou. C'era anche la giovane generazione dei Safra: aveva funzioni di procuratrice Camila Safra.(28) La nuova banca svizzera di Safra, RNB (Suisse), era un’ulteriore componente del suo gruppo RNB. Alla fondazione della RNB numerosi dirigenti della TDB andarono a New York, ad esempio Cyril Dweck o Jacques Tawil. Safra non aveva alcun ufficio operativo presso la sua banca a New York, era solo presidente onorario. Ma come "Business Week" informa, gli statunitensi per lo più ebrei che aveva chiamato a far parte del topmanagement dovevano essere sempre ai suoi ordini. (29) La RNB fu un grande successo e nel giro di appena 30 anni si espanse dalle poche agenzie sulla Park Avenue al ventesimo posto delle banche USA con 69 filiali a New York, Florida e California. Inoltre il gruppo RNB comprende molti altri operatori di borsa, amministratori patrimoniali e casse di risparmio. Era considerato inoltre il massimo commerciante in oro degli USA per le monete e i lingotti e anche nel commercio di banconote era annoverato tra i maggiori. (30) Al gruppo RNB appartiene la Republic Mase Bank (Londra), una delle maggiori banche al mondo per il commercio dell'oro, e Republic Factoring con filiali in California e North Carolina. Le operazioni della Factoring hanno bisogno di un'elevata liquidità: la banca compra crediti già prima della loro scadenza in contanti con una riduzione. Alla scadenza di pagamento incassa dal debitore l'importo intero. A metà del 1994 Safra possedeva il 28,7 % del capitale azionario del gruppo RNB, una concentrazione eccezionalmente alta da parte di un unico proprietario tra le grandi banche USA. Gran parte, del resto, lo controllava mediante alcune holding. Gli attivi complessivi del gruppo RNB all'inizio del 1996 ammontavano a più di 60 miliardi di dollari. La Republic National Bank of New York (Suisse) dal 1988 al 1995 si accrebbe fino a divenire la maggior banca svizzera di proprietà straniera con un importo di bilancio di più di nove miliardi di franchi. Insieme con le altre banche Safra riunite nella Safra Republic Holding del Lussemburgo sorse nel giro di pochi anni un gruppo internazionale di banche private con circa 16 miliardi di dollari di bilancio totale (1995). Oltre alla RNB (Suisse) la Republic Holding lussemburghese di Safra aveva ancora due partecipazioni: la SR Transport Service di Ginevra, succeduta alla Republic New York Corporation Air Transport il cui nome compare nello scandalo Iran-Contra. Essa gestisce i jet dell'azienda per i dirigenti di Safra. Più importante è tuttavia la Compagnie de Participations Industrielles et Financières SA (CPIF) di Losanna, del cui consiglio d'amministrazione faceva parte Jacob Safra junior di New York.(31) Era consigliere d'amministrazione insieme a lui l'avvocato Dominique Rochat dello studio Lenz & Staehelin di Ginevra. Dominique Rochat è uno di quegli avvocati d'affari che fanno collezione di mandati di banche e società finanziarie. Una dozzina di mandati esteri fanno di lui un intermediario particolarmente importante per Safra con questi istituti. (32) Una composizione interessante ha anche la L&S Conseil (Ginevra) che ha riunito la RNB (Suisse), la Banque Unigestion e la Kreditanstalt: Safra era rappresentato dal direttore generale Joseph Benhamou, la Banque Unigestion dal suo azionista e consigliere d'amministrazione Bernard Sabrier e dal suo consigliere d'amministrazione Robert Pennone.(33) Nel maggio 1996 Sabrier vendette infine la Banque Unigestion alla RNB (Suisse), il cui organico salì a circa 450 persone ed il bilancio totale a 9,5 miliardi di franchi.

Note:

28) Una Patricia Safra è direttrice della finanziaria ginevrina Frimusa, un Jacques Safra è presente in alcune società immobiliari e nelle due finanziarie Hiparion e Safra SA.

29) cfr. Burrough, Bryan: ‘Vendetta. American Express and the Smearing of Banking Rival Edmond Safra’. Londra 1922, p.46 segg.

30) Nel gennaio 1996 apparve nel “New York Magazine” un articolo di Robert Friedman, che criticava la fornitura a Mosca di banconote da 100 dollari. Secondo Friedman, la Republic National Bank trasportava a Mosca ogni settimana più di 100 milioni di dollari in banconote nuove da 100 dollari, con l'assenso del Federal Reserve System, cosa che Friedman disapprovava, considerando l'elevata contaminazione delle banche russe da parte della mafia.

31) All'inizio del 1996 Jacob Safra aveva fatto parlare di sè per l'acquisto della casa editrice Encyclopaedia Britannica a Chicago. La casa editrice, valutata 900 milioni di franchi, è da anni deficitaria.

32) Rochat faceva parte tra l'altro del consiglio di amministrazione della Banque Audi (Suisse) a controllo libanese, della banca privata Coutts & Co. ( gruppo National-Westminster ), della Banque Française de l'Orient (Banque Indosuez), del trust Barclay (Barclay Bank London), di Mees Pierson Suisse (Bank Mees Pierson, Amsterdam), della Worms Demachy % Cie. (la Banque Worms di Parigi appartiene all'assicurazione francese UAP), della Dai Ichi Suisse (Dai Ichi Kangyo Bank, Tokio) e della Banque Robeco Suisse (Robeco Bank, Amsterdam).

33) Robert Pennone era anche consigliere d'amministrazione della MC Finance, collegata alla Kreiditanstalt, e direttore della ATAG Ernst & Young.

Nessun commento:

Posta un commento